Scontri ultras Inter-Napoli, Salvini: “Non si può morire per una partita! Parlerò con le società…”

Il match giocato ieri sera per il boxing-day italiano fra​ Inter e ​Napoli è stato sicuramente un match emozionante fra due squadre che hanno lottato fino alla fine per ottenere la vittoria, trovata poi dai nerazzurri nel recupero grazie al gol di Lautaro Martinez.

ultras

Allo spettacolo qualitativo in campo è seguito un altro spettacolo, fuori dallo stadio, sfortunatamente molto più raccapricciante: numerosi sono stati infatti gli scontri avvenuti fra ultras delle due tifoserie, costati anche la vita ad uno della compagine nerazzurra.

Sull’increscioso accaduto si è espresso oggi il ministro dell’interno Matteo Salvini, attraverso queste parole:

“Non si può morire per una partita di calcio. A inizio anno convocherò al Viminale i responsabili di tifoserie e società di serie A e B, affinché gli stadi e i dintorni tornino a essere un luogo di divertimento e non di violenza. Vedremo di fare quello che non sono riusciti a fare altri”.

 

Questo il messaggio riportato dal ministro sul proprio profilo Twitter. Parole sante, come si suol dire, in attesa di provvedimenti che permettano perciò di migliorare la situazione e stanare ogni tipo di violenza al di fuori degli stadi.

Per essere sempre aggiornato su tutto ciò che succede alla tua squadra del cuore seguici anche su Facebook ,  Diventa fan della nostra pagina ufficiale  

 

 

fonte:90min.com

Precedente Inter, ecco il comunicato del club nerazzurro dopo i cori razzisti della Curva Nord a Koulibaly! Successivo Varriale e Alvino attaccano: "Calcio sotto dittatura e in coma irreversibile..."

Lascia un commento

*