Marotta a 90°Minuto: “L’addio? Scelta del club. Mi adeguo” e svela le sue idee per il futuro

Dopo ​l’annuncio shock di ieri sera, con l’addio alla Juventus, Beppe Marotta è tornato sull’argomento durante un’intervista a Rai 2 per 90° Minuto. Il dirigente bianconero (che presto lascerà il suo incarico) ha parlato dell’addio e di tanti altri argomenti, compreso la sua voglia di rimettersi subito in gioco con un altro top club.

“È una situazione voluta dalla società. Io mi adeguo a questa loro volontà e idea, proprio per amore delle persone e della Juventus. Sono stato mandato via? È un termine troppo forte. Io sposo questa linea aziendale e io sono un uomo d’azienda e quindi è giusto che si facciano avanti altre persone. Ho dato il 100% in anni di grandi successi. Doloroso il mio addio? Certo, in questi 8-9 anni ho vissuto tante emozioni e sono state molto belle. Credo di aver accompagnato il presidente Agnelli in una crescita d’esperienza”.

“La Juventus è una delle pagine più indimenticabili della mia vita. Il ricordo più bello è sicuramente Trieste, il primo scudetto dell’era Agnelli con Conte in panchina. Emozione fortissima e imprevista”

“Io in FIGC? Smentisco categoricamente. Non è la mia scelta. Invece non escludo che possa accasarmi in un altro grande club. Sono un uomo che ha fatto 40 anni consecutivi in club. Per la prima volta in carriera mi fermo in campionato. Ho bisogno di ricaricare le batterie per poi presentarmi nella stagione prossima al timone di un’altra squadra. Il primo giusto spero già di essere in un nuovo club. Poi se la Juve fosse in finale di Champions League sarei contento perché sarebbe anche frutto del mio lavoro e dei miei collaboratori. Se arrivasse in finale, sarei lì a tifare, però da semplice tifoso”.

Per essere sempre aggiornato su tutto ciò che succede alla tua squadra del cuore seguici anche su Facebook ,  Diventa fan della nostra pagina ufficiale                                                               

 

 

fonte:90min.com

Precedente CorrSera, clamorosa indiscrezione: “Dietro l’addio di Marotta alla Juve c’è di mezzo il Napoli?” Successivo Giuseppe Rossi sorride: il Tribunale Antidoping ha deciso di non squalificare l'italo-americano