Inter-Juve può essere ripetuta? È da regolamento, guardate cosa abbiamo scoperto!

“Nessuno (o quasi) evidenzia l’ennesimo scandalo di Inter-Juve, l’espulsione eccessiva di un interista agli inizi della partita, la mancata espulsione del bianconero Pianic in due occasioni e anche di Barzagli, nonché l’ambiguo uso della Var. Si tratta di storie che si ripetono da anni e vanno tutte nella stessa direzione”, scrive il Movimento Neoborbonico. Il portale de Il Mattino, infatti, riporta: “Tante le domande che gli esponenti del movimento sono pronti a rivolgere alla Fifa, con un dossier dettagliato sugli episodi dubbi che si sono presentati proprio nell’anno della Var, e con una precisa richiesta: aprire un’inchiesta in merito ai calciatori juventini in prestito (ben 104, secondo la denuncia del presidente Uefa) e fare chiarezza anche sui presunti finanziamenti alla federazione-arbitri da parte di società vicine alla Juve e sugli eventuali condizionamenti dei media da parte della società torinese”. La ripetizione della partita, continua il Movimento Neoborbonico e quanto riportato da AreaNapoli.it, è possibile in quanto, ai senso dell’attuale regolamento, l’errore tecnico in questione ha condizionato l’esito finale della partita: “Ancora più chiara la disposizione della FIGC alla pagina 29 del documento-FIGC.IT (Area Stampa, Team meeting – Serie A 2017/18): “le ammonizioni (comprese le seconde ammonizioni) non possono essere revisionate dal VAR”. Ci sentiamo di dire, però, che sicuramente una cosa del genere non accadrà mai conoscendo che in Italia comanda un solo club.

Per essere sempre aggiornato su tutto ciò che succede alla tua squadra del cuore seguici anche su Facebook ,  Diventa fan della nostra pagina ufficiale                                                                   

 

 

fonte:90min.com

Precedente 🔵 RAI. Perillo: “Il Napoli merita di essere festeggiato come se avesse vinto lo scudetto” Successivo "ADL in affari con la camorra" clamorosa accusa: vogliono Napoli RADIATO e spedito in B!